FIAT (Fabbrica Italiana Automobili Torino) Cars Turino Italy + FIAT History Part I

Fiat Automobiles

Fiat Automobiles S.p.A.
Public
Industry Automotive
Founded July 11, 1899 in Turin, Italy
Founder Giovanni Agnelli
Headquarters Turin, Italy
Area served
Worldwide expect for North America
Key people
John Elkann (President)
Olivier François (CEO)
Products Automobiles
Production output
1,455,650 units (2010)
Owner Fiat Chrysler Automobiles, NV
Parent FCA Italy S.p.A.
Website Fiat.com

FIAT (Fabbrica Italiana Automobili Torino) is an Italian automaker which produces Fiat branded cars, and is part of Fiat Chrysler Automobiles through its subsidiary FCA Italy S.p.A.., the largest automobile manufacturer in Italy. The company, Fiat Automobiles S.p.A., was formed in January 2007 when Fiat reorganized its automobile business, and traces its history back to 1899 when the first Fiat, or Fabbrica Italiana Automobili Torino automobile, was produced.

Production output

Year Cars
1998 1,197,680
1999 1,198,000
2000 1,120,000
2001 1,115,000
2002 1,102,000
2003 1,080,000
2004 1,220,000
2005 1,310,000
2006 1,370,000
2007 1,510,000
2008 1,611,000
2009 1,430,555
2010 1,455,650
2011 1,602,355
2012 1,704,021

Fiat in Europe

1899-1929

Una Fiat 3½ HP del 1899

Una Fiat 509 Spider del 1925

2012 Fiat Punto
 Fiat Punto
2012 Fiat Panda 1,2
 Fiat Panda

Fiat’s main market is European one, mainly focused in Italy. Historically successful in citycars and supermini sector, currently Fiat has a range of models focused on those two segments (in 2011, those accounted for the 84% of its sales). Fiat does not currently offer any large family car, nor an executive car.

Fiat’s share of the European market shrank from 9.4 per cent in 2000 to 5.8 per cent in the summer of 2004. At this point Sergio Marchionne was appointed as Fiat Chief Executive. By March 2009 their market share had expanded back to 9.1%.

Fiat’s built their five-story Lingotto plant in 1915 through 1918, at the time it was Europe’s largest car manufacturing plant. Later the Mirafiori plant was built, also in Turin. To prepare for production of the all new Fiat 128, Fiat opened their Rivalta plant in October 1968. Until the 128 could enter production, the plant was used to build sports versions of the 850 and 124 as well as parts for the Fiat Dino.

Fiat current range of passenger car engines comprises eleven units, eight petrols and three diesels.[6] Current range of models is the following:

Future models announced by Fiat include the 500X in 2014 to replace the Sedici.

Fiat sales of 2011 were up to 676.704 (minus 17.3% vs. previous year):

Model 2011 Sales
Fiat Punto 220.343
Fiat Panda 189.527
Fiat 500 156.301
Fiat Linea 35.499
Fiat Bravo 31.673
Fiat Sedici 14.777
Fiat Freemont 13.651
Fiat Albea 8.951
Fiat Idea 5.982

Light Commercial Vehicles are sold in Europe under the brand Fiat Professional.

Fiat in South America

2010 Fiat Uno, specifically developed for Brazilian market

Fiat Uno, specifically developed for Brazilian market

Fiat has invested for a longtime in South America, mainly in Brazil (where has been the market leader for many years) and in Argentina.

The Brazilian range is similar to European one, with the addition of a special family which derives from a common platform (called “Project 178“): Fiat Palio, Fiat Palio Weekend, Fiat Palio Adventure, Fiat Siena, Fiat Grand Siena.

Recently a brand new model developed in Brazil has been launched: the Fiat Uno.

Other European models are currently imported to Brazil: Fiat Punto, Fiat Idea, Fiat Bravo, Fiat 500, Fiat Freemont, Fiat Linea.

Fiat sells in Brazil under the Fiat brand, European Fiat Professional light commercial vehicles as:

Fiat in the United States

2011 Fiat re-entered the North American market with the new Fiat 500

Fiat re-entered the North American market in 2011 with the new Fiat 500

Fiat has a long history in United States. In 1908, the Fiat Automobile Co. was established in the country and a plant in Poughkeepsie, N.Y., began producing Fiats a year later. These luxury cars were produced long before Chrysler Corp. started in 1925. Fiat was sometimes used as a jocular backronym for ‘Fix it again Tony’, referring to poor reliability and problems, such as rust, which some Fiat owners in the United States encountered in the 1970s and 1980s. Partly as a result, Fiat sales in the US fell from a high of 100,511 cars in 1975 to 14,113 in 1982. In 1983, Fiat left the United States car market with a reputation for poor quality cars. However, Fiat has made significant improvements since then.

In January 2009, the Fiat Group acquired a 20% stake in US automaker Chrysler LLC. The deal saw the return of the Fiat brand to North America after a 25-year absence. The first Fiat-branded model to appear in the US was the popular Fiat 500 city car. The Fiat 500 model is built at Chrysler’s assembly plant in Toluca, Mexico which currently makes also the Dodge Journey and Fiat Freemont crossovers.

Fiat in Asia

Fiat’s presence in Chinese market is poor compared to its European, Japanese, Korean and American rivals. At the beginning of 2012, Fiat was only importing Fiat Bravo and Fiat 500 model. However, in 2012 Fiat and GAC opened a Joint Venture plant to produce the first Fiat vehicle specifically developed for Chinese market ever: the Fiat Viaggio, a compact car derived by another model of Fiat SpA group, the Dodge Dart (in turn derived by another Fiat Group car, the Alfa Romeo Giulietta).

Fiat currently offers to Japanese consumers the 500 in both coupe and convertible bodystyles, and the Panda. Both vehicles are in compliance with Japanese Government dimension regulations affording the Japanese public to purchase a non-Japanese vehicle without having to pay an annual tax for driving a car that exceeds the regulations.

Fiat is also present in Indian market since 1948. Current presence is in Joint Venture with Tata Motors, although current car sales (Fiat is currently offering the Fiat Punto and Fiat Linea) are poor (approx. 20k units in 2011).

Western countries markets models

2012 Fiat 500L

 Fiat 500L

2012 Fiat Freemont

 Fiat Freemont

The Fiat 500 cinquecento,  is a car produced by the Fiat company of Italy between 1957 and 1975, with limited production of the Fiat 500 K estate continuing until 1977. The car was designed by Dante Giacosa. Redesigned in 2007, it is currently distributed worldwide.

The Fiat Panda is a city car from the Italian automotive manufacturer Fiat. Current version is the third one distributed as from 2012.

The third generation Fiat supermini to bear the name Punto, codenamed Project 199, the Grande Punto was unveiled at the 2005 Frankfurt Motor Show and went on sale later that year. Styled by Giugiaro, the car is based on the Fiat/GM SCCS platform. Whilst the model shares some of its name with the previous Punto, a large number of its components are new, including a new chassis and body shell. After facelift in 2009 it was named as Punto Evo and sold as bare Punto name.

The Fiat Bravo is a small family car that has been produced since 2007 for the European and Australian markets. It is only available as a 5-door hatchback.

The Fiat 500L enlarges, as from September 2012, the Fiat 500 family with a Mini MPV which replace the Fiat Idea. The model is produced in the new Fiat plant in Serbia. The platform is the same of the Fiat Punto.

The Fiat Sedici is a mini sport utility vehicle co-developed by Fiat and Suzuki mainly for the European market. It was introduced at the 2006 Geneva Motor Show, and is built at the Magyar Suzuki plant in Hungary. The expected production volume is 60,000 units per year, 1/3 to be sold by Fiat and 2/3 by Suzuki, badged as the SX4. The Design was handled by Giorgetto Giugiaro’s Italdesign studio, and it is an alternative to mini multi-purpose vehicles (MPV), which have a more “boxy” appearance.

Introduced in 2011 to replace Fiat Multipla, and according to the manufacturer, also the last version of the Fiat Croma. It is a rebadging of the Dodge Journey, following the Cooperation with Chrysler.

Emerging markets (production in Europe)

  • Fiat Albea

Exif JPEG

 Albea
Main article: Fiat Albea

The Fiat Albea is the sedan version of the Fiat Palio small family car, built in Turkey at the Tofaş facilities of the Italian automaker Fiat.

  • Fiat LineaFiat Linea frontale versione Turbo 120 cv 1.4
  •  Linea
Main article: Fiat Linea

The Fiat Linea is a small family car released on March 26, 2007 by the Italian automaker Fiat as a world car in Eastern Europe, India, Latin America and Middle East. The Linea is also sold in Western Europe.

Emerging markets (production in South America)

Fiat Palio Argentinië

 Palio Weekend
Fiat Palio
Main article: Fiat Palio

The Fiat Palio is a supermini designed by Fiat as a world car, aimed at developing countries. The Palio Weekend is a small family car station wagon; an extended version of the hatchback Palio.

Fiat Siena

Fiat Siena

 Siena
Main article: Fiat Siena

The Fiat Siena is the four-door sedan version of the Fiat Palio, a small family car especially designed for developing countries. The car is similar to Fiat Albea.

European Cars of the Year

The European Car of the Year award has been awarded twelve times to the Fiat Group over the last forty years, more than any other manufacturer. Nine of these awards were won by Fiat Automobiles models. Fiat models awarded the title:

CO2 emissions

Fiat Automobiles, one of Europe’s 10 best-selling automotive brands, has for the second year running been confirmed as having the lowest average value for CO2 emissions from vehicles sold in 2008: 133.7 g/km (137.3 g/km in 2007). This was corroborated by JATO, a provider of automotive data.

Electric vehicles

Fiat started development of electric vehicles back in the mid 1970s, with the concept Fiat X1/23. More recently in 2008, Fiat showed the Phylla concept, and the Fiat Bugster concept in Brazil. Fiat joined utility companies Cemig and Itaipu to develop new electric vehicles for Brazil, with production in 2009 of the Palio Weekend Electric.

Fiat launched the electric 500e in California in 2013, but no sales planned for Europe. Fiat CEO Sergio Marchionne claimed in 2014 that each one sold was at a loss of $14,000.

Fiat concept vehicles

  • 1954 Fiat Turbina
  • 1956 Fiat 600 Multipla Eden Roc
  • 1957 Fiat 1200 Stanguellini Spider
  • 1961 Fiat 600 Model Y Berlinetta
  • 1964 Fiat 2300 S Coupe Speciale
  • 1967 Fiat 125 Executive Concept
  • 1967 Fiat 125 GTZ
  • 1967 Fiat Dino Parigi
  • 1968 Fiat Abarth 2000
  • 1969 Fiat 128 Coupe
  • 1969 Fiat 128 Teenager
  • 1972 Fiat 128 Pulsar Michelotti
  • 1972 Fiat ESV 1500
  • 1972 Fiat X1/23
  • 1974 Fiat 127 Village
  • 1975 Fiat Abarth 131
  • 1976 Fiat 126 Cavaletta
  • 1980 Fiat Panda 4×4 Strip (153)
  • 1992 Fiat Grigua (170)
  • 1992 Fiat Cinquecento Cita (170)
  • 1993 Fiat Downtown
  • 1993 Fiat Lucciola Concept (170)
  • 1993 Fiat ZIC
  • 1994 Fiat Punto Racer (176)
  • 1994 Fiat Firepoin
  • 1996 Fiat Bravo Enduro Concept (182)
  • 1996 Fiat Formula 4
  • 1996 Fiat Vuscia Concept
  • 1996 Fiat Barchetta Coupe Concept by Maggiora
  • 2005 Fiat Oltre
  • 2006 Fiat FCC
  • 2006 Fiat Suagna Bertone
  • 2007 Fiat Barchetta Bertone
  • 2008 Fiat Phylla
  • 2012 Fiat FCC 2

Motorsport

In 1971 the Fiat 124 Sport Spider was prepared for the World Rally Championship when Abarth became involved with its production and development and from 1972 had relative success with two wins in 1972, one in 1973 and won 1st, 2nd and 3rd in the 1974 Portuguese TAP Rally.

The Fiat 131 Abarth was a very successful rally car replacing the 124. Between 1976 and 1981 the Fiat 131 won 18 World Rally Championship events, and winning the WRC three times: in 1977, 1978, and in 1980.

Lancia took over the role of motorsport for the Fiat Group during the 1980s. After a long break of factory-supported entries, in 2003 a Fiat Punto S1600 won the Italian Rally Championship, and 2006 the Fiat Grande Punto S2000 won the FIA European Rally Championship, followed by three successive wins in 2009, 2010 and 2011.

Marketing

1968 Fiat_logo_1968.svg

Fiat logo 1968 to 1999

The FIAT initials was first used in the distinctive logo form 1901. In 1968 the “rhomboid” logo (as it was known internally) was introduced which featured the FIAT initials spelled out on four interconnected rhombuses. The rhomboid was slowly phased in during the early 1970s, although the older “laurel wreath” style FIAT badge was used to denote sporting models such as the 124 Spider, 127 Sport, X1/9 and the tuned Abarth models. A new corporate nose based on the rhomboid logo was first introduced in 1983 on the Uno, which consisted of five chrome bars inclined at an angle of 18 degrees to mirror the rhomboid, which usually appeared in reduced size at the corner of the grille.

In 1999 the wreath style logo was re-introduced to commemorate the 100th anniversary of the company.

Motor Village and Flagship stores

Fiat launched its Motor Village flagship stores concept in 2006 with its Mirafiori Motor Village in Turin, followed by London’s Flagship store in Wigmore Street opening in 2008 and Paris opening in 2010 on the Champs-Élysées.

BSM-Fiat deal

In 2009, BSM (the British School of Motoring) ended a 16-year relationship with Vauxhall Motors and signed a deal with Fiat UK to swap its learner vehicle from the Vauxhall Corsa to the new Fiat 500. Fiat UK will supply 14,000 cars to BSM over four years in a marketing deal.

HISTORY

1899-1929

PART I

Fiat 4 HP

Fiat 4 HP
1899 Fiat 3.5 hp
Overview
Manufacturer Fiat
Also called FIAT 3 ½ HP
Fiat 3.5 CV
Production 1899-1900
Assembly Corso Dante plant, Turin, Italy
Designer Aristide Faccioli
Body and chassis
Body style vis à vis
Layout RR layout
Powertrain
Engine straight-2 679 cc
Transmission 3-speed manual
Dimensions
Wheelbase 1,470 mm (58 in)
Length 2,300 mm (91 in)
Width 1,420 mm (56 in)
Height 1,450 mm (57 in)
Curb weight 680 kg (1,499 lb)
Chronology
Successor Fiat 6 HP

1899 FIAT 4 HP at the National Motor Museum, in UK

The FIAT 4 HP at the National Motor Museum, in UK

The FIAT 4 HP, sometimes called the 3 ½ CV, was the first model of car produced by FIAT. Eight examples were produced in its first year (1899) and total of 26 between 1899 and 1900. The car had a water-cooled 0.7-liter (679 cc) 2-cylinder, rear-mounted engine producing 4.2 horsepower at 800 rpm, mounted to a three-speed gearbox. (No reverse gear was included.) With this tiny engine the car could achieve top speed of 35 kilometres per hour (22 mph). Despite having such a small engine, the car used fuel 8 litres per 100 kilometres (35 mpg-imp; 29 mpg-US).

Background

The Ceirano brothers, Giovanni, Ernesto and Matteo, were influential in the founding of the Italian auto industry, being variously responsible for : Ceirano; Welleyes (the technical basis of F.I.A.T. – the 4HP); SCAT (Società Ceirano Automobili Torino); Itala and S.P.A. (Società Piemontese Automobili).

In 1888, after eight years apprenticeship at his father’s watch-making business, Giovanni started building Welleyes bicycles, so named because English names had more sales appeal. In October 1898 Giovanni co-founded Ceirano GB & C and started producing the Welleyes motor car in 1899. In July 1899 the plant and patents were sold to Giovanni Agnelli and produced as the first F.I.A.T.s – the Fiat 4 HP. Giovanni was employed by Fiat as the agent for Italy, but within a year he left to found “F.lli Ceirano” which became S.T.A.R. (Società Torinese Rapid Cars) (or Rapid cars). In 1904 Matteo Ceirano left Ceirano GB & C to create his own brand – Itala. In 1906 Matteo left Itala to found S.P.A. (Società Piemontese Automobili) with chief designer, Alberto Ballacco. In 1906 Giovanni founded SCAT (Società Ceirano Automobili Torino) in Turin.

This first Fiat was based on the work of car manufacturer Ceirano GB & C, makers of another early automobile model, the Ceirano Welleyes. The 3 ½ had coachwork by Marcello Alessio of Turin. At least four of these first Fiats have survived: one each at the Automobile Museum of Turin, the Centro Storico Fiat, the National Motor Museum in the United Kingdom and the Ford Museum in Dearborn, Michigan, in the USA.

Fiat 6 HP

Fiat 6 HP
Overview
Manufacturer Fiat
Production 1900-1901
20 produced
Designer Aristide Faccioli
Body and chassis
Body style Phaeton
Layout RWD
Powertrain
Engine straight-2 1082 cc
Transmission 3-speed manual
Dimensions
Wheelbase 1,750 mm (69 in)
Length 2,810 mm (111 in)
Width 1,450 mm (57 in)
Height 1,620 mm (64 in)
Curb weight 1,000 kg (2,205 lb)
Chronology
Predecessor Fiat 3½ HP
Successor Fiat 8 HP

The Fiat 6 HP is a car produced by the Italian manufacturer Fiat from 1900 to 1901. Fiat also produced a special racing model, the 6 HP Corsa. The Corsa was driven in competition by noted drivers, including Vincenzo Lancia and Felice Nazzaro.

Fiat 8 HP

Fiat 8 HP
1901 Fiat 8 HP
Una Fiat 8 HP del 1901
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale phaeton
Produzione dal 1901 al 1902
Sostituisce la Fiat 6 HP
Sostituita da Fiat 1 Fiacre
Esemplari prodotti 80
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 2.810 mm
Larghezza 1.450 mm
Altezza 1.620 mm
Passo 1.750 mm
Massa 1.000 kg
Altro
Assemblaggio stabilimento di corso Dante, Torino
Stile Aristide Faccioli

La 8 HP è stata un’autovettura costruita dalla Fiat nel 1901. È stato l’ultimo modello progettato da Aristide Faccioli.

Caratteristiche tecniche

La vettura aveva un motore da due cilindri in linea da 1082 cm³ con due valvole per cilindro. Questo propulsore erogava una potenza di 10 bhp e faceva raggiungere alla vettura i 45 km/h di velocità massima. Il cambiodi tipo train baladeur, manuale a tre rapporti, con trazione al posteriore.

Competizioni

La vettura partecipò al Giro Automobilistico d’Italia nel 1901 con otto esemplari di serie. Lunga 1642 km e in 15 tappe, la corsa in questione era estremamente dura. Tutti i modelli partecipanti finirono la corsa.

Fiat 10 HP

Fiat 10 HP
1901 Fiat 10 hp
Overview
Manufacturer Fiat
Production 1901
Body and chassis
Body style 4-seater
Layout RWD
Powertrain
Engine straight-2 1082 cc
Dimensions
Wheelbase 1,750 mm (69 in)
Length 2,810 mm (111 in)
Curb weight 1,150 kg (2,535 lb)

The Fiat 10 hp is a car produced by the Italian manufacturer Fiat in 1901. The car has a straight-2 engine with 10 bhp (7.5 kW) and a top speed of 45 kilometres per hour (28 mph).

Fiat 12 HP

Fiat 12 HP
1902 Fiat 12 HP dell Automobile
Overview
Manufacturer Fiat
Production 1901-1902
106 produced
Assembly Corso Dante plant, Turin, Italy
Designer Giovanni Enrico
Layout FR layout
Powertrain
Engine 3770 cc straight-4
Transmission 3-speed manual
Dimensions
Wheelbase 2,140 mm (84 in)
Length 3,270 mm (129 in)
Width 1,630 mm (64 in)
Height 1,650 mm (65 in)
Curb weight 1,220 kg (2,690 lb)
Chronology
Predecessor Fiat 10 HP

The Fiat 12 HP is a car produced by the Italian manufacturer Fiat in 1901 and 1902. The car was designed by the engineer Giovanni Enrico, successor to the Faccioli who had engineered the first three Fiat models, it was the first Fiat and one of the first cars of this era equipped with a 4-cylinder engine with dual blocks. It was manufactured in 106 copies in the plant Corso Dante. A racing version was also made the 12 HP 1901 Corsa which incorporated the same engine. The maximum speed was 78 kilometres per hour (48 mph). This car put an end to the domination of Panhard on European courses.

At the end of 1901, a version equipped with a new engine is also proposed, it received a 4-cylinder 115×180 mm 7475 cc engine, developing 28 hp at 750 rpm and allowing a top speed of 90 kilometres per hour (56 mph).

1901 Fiat 12 HP double Phaeton

Fiat 12 HP double Phaeton

1901 Fiat 12 HP

Fiat 12 HP 1901

Fiat 24-32 HP

Fiat 24-32 HP
1902 Fiat 24-32 HP
Una Fiat 24-32 HP del 1902
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale torpedo
Produzione dal 1902 al 1905
Sostituisce la Fiat 12 HP
Sostituita da Fiat 16-20 HP
Esemplari prodotti 400
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4000-4380 mm
Larghezza 1380 mm
Altezza 1620 mm
Passo 2900 mm
Massa 1600 kg
Altro
Assemblaggio stabilimento di corso Dante, Torino

La 24-32 HP è stata un’autovettura di lusso costruita dalla Fiat dal 1902 al 1905. Il modello fu progettato a telaio nudo; i clienti portavano l’automobile ai carrozzieri di fiducia per completare la vettura. Fu fornita con tre differenti passi, più precisamente versione corta, media ed allungata. Ne fu preparata anche una versione da competizione, la “24 HP 1902 Corsa”.

Caratteristiche tecniche

Il motore di tipologia biblocco, cioè due testate da due cilindri ognuna. Fu costruito in tre differenti versioni, più precisamente:

  • Prima serie: 6371 cc di cilindrata (Alesaggio x corsa di 130 x 120) erogante una potenza di 32 hp
  • Seconda serie (dal 1904): 6902 cm³ (130 x 130mm) (32 hp)
  • Terza serie: (dal 1905): 7363 cm³ (125 x 150 mm) (32 hp)

Tutti i propulsori erano a quattro cilindri in linea.

La trasmissione era formata da un cambio manuale a quattro rapporti

La 24-32 hp fu caratterizzata da importanti innovazioni tecnologiche: fu la prima berlina ad essere carrozzata Landaulet, la prima ad avere il pedale dell’acceleratore e quattro rapporti a marce avanti più la retromarcia. La versione da strada raggiungeva i 75 km/h

La trazione era posteriore

La versione da competizione

Nel 1902 fu introdotta una versione da competizione, la “24 HP 1902 Corsa”. Fu la prima autovettura nella storia ad essere realmente una vettura da corsa. Non derivava infatti da nessuna vettura di serie. La “Corsa” aveva il telaio interamente in acciaio, a differenza dei modelli dell’epoca, dove si impiegava generalmente il legno. Montava un biblocco da 7238 cc di cilindrata erogante una potenza di 40 hp. Pesava 450 kg e raggiungeva una velocità di 100 km/h, una velocità considerevole per l’epoca. Le sue prestazioni portarono il modello a dominare molte corse. La vettura vinse, tra l’altro, la Sassi-Superga, vicino a Torino, il 29 giugno1902 ed il 27 luglio dello stesso anno la Susa-Moncenisio con al volante Vincenzo Lancia. Quest’ultima competizione fu corsa alla ragguardevole velocità media di 44,16 km/h.

Fiat 16-20 HP

Fiat 16-20 HP
Fiat 16-24 HP
1904 Fiat 16-20 hp
Una Fiat 16-20 HP del 1904
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale coupé de ville
Produzione dal 1903 al 1906
Sostituisce la Fiat 12 HP
Sostituita da Fiat Brevetti
Esemplari prodotti 691
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3250-3820 mm
Larghezza 1460 mm
Altezza 2350 mm
Massa 950-1300 kg
Altro
Assemblaggio stabilimento di corso Dante, Torino

La 16-20 HP è stata un’autovettura costruita dalla Fiat dal 1903 al 1906. Furono allestite quattro serie, e la seconda fu denominata 16-24 HP. Tutte le serie montavano un motore a quattro cilindri in linea da 4179 cm³ e 4503 cm³ di cilindrata. La trazione era posteriore.

Furono costruite diverse versioni:

  • 1a serie: distribuita nel 1903, aveva un passo di 2120 mm ed un motore da 4179 cm³ di cilindrata, erogante una potenza di 20 hp. L’alesaggio era di 110 mm con una corsa di 110 mm. Fu prodotta in 100 esemplari.
  • 2a serie: commercializzata nel 1904, fu denominata “16-24 HP”. Il passo fu incrementata a 2585 mm con il motore sempre di 4179 cm³ di cilindrata ma di 24 HP di potenza. Fu prodotta in 130 esemplari.
  • 3a serie: presentata nel 1905, ritornò il nome “16-20 HP” con un passo incrementato a 2853 mm. Furono costruiti 171 esemplari.
  • 4a serie: costruita dal 1906 fu introdotta con un nuovo motore, da 4503 cm³ di cilindrata. L’alesaggio era di 105 mm con una corsa di 130 mm. Fu prodotta in 290 esemplari.

1903 Fiat 16-24hp Coupe-Sedan

1903 Fiat 16-24hp Coupe-Sedan

Fiat 60 HP

Fiat 60 HP
1905 Fiat 60hp
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale torpedo
Produzione dal 1904 al 1909
Sostituisce la Fiat 24-32 HP
Sostituita da Fiat 16-20 HP
Esemplari prodotti 86
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3450 mm
Larghezza 1500 mm
Altezza 1540 mm
Passo 2985-3520 mm
Massa 1740 kg
Altro
Assemblaggio stabilimento di corso Dante, Torino

La 60 HP è un ‘autovettura di lusso costruita dalla Fiat dal 1904 al 1909. Fu commercializzata per soddisfare la forte richiesta di automobili lussuose d’esportazione, compresa la domanda dal mercato americano. La trazione era posteriore ed i freni agivano sull ‘albero di trasmissione e sulle ruote posteriori

Progettando la vettura con dettagli lussuosi fin dalle sue più piccole finiture, fu presentata al mercato americano dove fu completata dai carrozzieri Quimby e Demarest. All’epoca infatti le vetture venivano fornite molto spesso a telaio nudo, ed i clienti carrozzavano la vettura da carrozzieri di loro fiducia. Furono commercializzate due versioni, “normale” ed “allungata”.

Furono prodotte tre versioni:

La vettura era caratterizzata da importanti innovazioni tecnologiche: fu la prima berlina a poter disporre di un’accensione a magnete ad alta tensione e dell’avviamento ad aria compressa. Altra novità, il raffreddamento automatico ad acqua del freno a tamburo posto sull’albero di trasmissione.

La Fiat 60 HP fu la prima vettura a benzina destinata alla personale locomozione del kaiser Guglielmo II di Prussia, acquistata su consiglio del fratello Enrico, grande appassionato di automobili e, secondo la tradizione, inventore del tergicristallo. La scelta era caduta sul modello Fiat, in quanto considerato il non plus ultra tecnologico dell’epoca. Rimase in servizio pochi mesi e venne ben presto sostituita da vetture Mercedes, Benz, Opel e NAG, a causa dei malumori espressi dalla Corte prussiana nei confronti della scelta poco nazionalistica.

È stata fabbricata negli stabilimenti Fiat di corso Dante a Torino in 20 esemplari.

1907 Fiat 60 HP terza

Una Fiat 60 HP terza serie del 1907

Fiat Brevetti

Fiat Brevetti (10-12 HP)
1905-08 Fiat Brevetti1906 Fiat Brevetti Cabriolet Royal
Fiat Brevetti Cabriolet-Royal del 1906
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale torpedo
Produzione dal 1905 al 1908
Sostituisce la Fiat 8 HP – Fiat 10 HP
Sostituita da Fiat 18-24 HP
Esemplari prodotti oltre 1500
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4215 mm
Larghezza 1650 mm
Altezza 2350 mm
Passo 2880 mm
Massa 1200 kg
Altro
Assemblaggio stabilimento di corso Dante, Torino

La Fiat Brevetti 10-12 HP fu un’autovettura costruita dalla Fiat dal 1905 al 1908 in seguito all’acquisizione delle quote societarie della FIAT-Ansaldi. Con l’Ansaldi la Fiat preparò la 10-12 HP, ribattezzata “Brevetti” nel 1906. L’Ansaldi continuò l’attività fondando il 12 giugno 1906, con Ceirano GB & C, la SPA (Società Piemontese Automobili Ansaldi – Ceirano). La società fu prelevata dalla Fiat nel 1925.

La “Brevetti” fu una vettura che portava con sé molte innovazioni tecnologiche. Ad esempio, il telaio dritto, cioè a longheroni, molto in uso nelle auto di quel periodo, fu sostituito da un telaio preformato per l’alloggiamento degli organi meccanici, una novità per l’epoca. Furono introdotti anche un albero di trasmissione a giunti cardanici, invenzione del celebre Girolamo Cardano, e un gruppo differenziale a coppia conica.

L’automobile era equipaggiata da un motore a quattro cilindri da 3052 cm³ di cilindrata, erogante una potenza di 20 cv. L’accensione era a magnete a bassa tensione ed il cambio era a quattro rapporti. La trasmissioneera a giunto cardanico ed i freni agivano sull’albero di trasmissione. Il modello raggiungeva una velocità massima di 65 km/h.

La “tipo 2”

Fiat Brevetti tipo 2 (15-25 HP)
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale torpedo
Produzione dal 1908 al 1912
Esemplari prodotti 681
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4290 mm
Passo 3065 mm
Massa 1700 kg
Altro
Assemblaggio stabilimento di corso Dante, Torino

Nel 1908, la 10-12 HP fu sostituita da una versione aggiornata, la Fiat Brevetti tipo 2 (15-25 HP), basata sulla stessa meccanica ma con motore più potente (26 cavalli) e una maggiore carreggiata, 1350 mm anziché i precedenti 1290. Come la precedente, questa vettura fu assemblata nello stabilimento di corso Dante, a Torino.

Con 681 esemplari prodotti, il modello ebbe meno successo del precedente. Un esemplare costruito nel 1908, convertito in autopompa, costituisce il più antico mezzo tuttora esistente del Corpo nazionale dei vigili del fuoco italiano.

Fiat 24-40 HP

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.
Fiat 24-40 HP
1906 Fiat 24-40 hp Coupe-Sedan
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale Landaulet
Produzione dal 1906 al 1907
Sostituisce la Fiat 24-32 HP
Sostituita da Fiat 18-24 HP
Esemplari prodotti 557
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.100 mm
Larghezza 1.430 mm
Altezza 2.350 mm
Massa 1.700 kg
Altro
Assemblaggio stabilimento di corso Dante, Torino

La Fiat 24-40 HP è un’autovettura costruita dalla Fiat dal 1906 al 1907.

Il contesto

Il 1906 è un anno di grande espansione della Fiat che acquisisce le officine Ansaldi, portando le maestranze a 2500 unità. Oltre i 2/3 della produzione vengono esportati e anche sul mercato statunitense la Fiat conquista una sua clientela. Queste condizioni fecero propendere per un nuovo modello basato fortemente sulle tecnologie già sperimentate, senza troppe pericolose innovazioni.

La vettura

La “24/40 HP” è in sostanza l’evoluzione del precedente modello “24-32 HP“., costruito in tre serie successive a partire dal 1905 e mantiene le stesse caratteristiche di chassis e meccanica, compreso il motore a 4cilindri biblocco di 7363 cc della terza serie.

Le novità principali consistevano nel generale alleggerimento delle strutture, nell’aumento della potenza, nell’adozione delle valvole di decompressione ad azionamento manuale per facilitare l’avvio del motore e nel complesso sistema di raffreddamento ad acqua dei freni, allo scopo di alleviare i problemi di surriscaldamento del precedente modello.

I 40 HP che il motore eroga a 1200 giri/minuto, consentono alla vettura di raggiungere la velocità massima di 85 km/h.

L’autotelaio della “24/40 HP” fu costruito in 557 esemplari nello stabilimento di corso Dante a Torino ed offerta di serie con carrozzeria landaulet. Disponibile con tre diversi passi di telaio, venne allestito in molteplici versioni berlina, torpedo, coupé de ville e altre, dai maggiori carrozzieri dell’epoca, come i torinesi Locati & Torretta e Alessio o i milanesi Castagna e Sala.

Ne fu derivata anche una versione “Corsa” con passo corto e dotata di sovrastrutture essenziali con la quale, nel 1906, Émile Mathis vinse la Targa d’Oro della Coppa Herkomer, mentre Vincenzo Lancia conquistò la Coppa d’Oro di Milano.

Fiat 28-40 HP

Fiat 28-40 HP
1908 Fiat 28-40 hp Cabriolet-Royal
Una Fiat 28-40 HP del 1908
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale Landaulet
Produzione dal 1907 al 1908
Sostituisce la Fiat 24-40 HP
Sostituita da Fiat 35-45 HP
Esemplari prodotti 953
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4410-4610 mm
Larghezza 1740-1940 mm
Altezza 1650 mm
Massa 1035-1070 kg
1907 Fiat 28-40HP Targa Florio Corsa
Una Fiat 28-40 HP “Targa Florio Corsa” del 1907

La 28-40 HP è stata un’autovettura costruita dalla Fiat dal 1907 al 1908. Era una vettura di classe media, e fu commercializzata per completare l’offerta, formata principalmente da vetture di alta gamma e di lusso. Sostituì la 24-40 HP.

Montava un motore biblocco a quattro cilindri da 7358 cc di cilindrata. All’epoca infatti era in uso dalla Case automobilistiche preparare il motore diviso in blocchi distinti poi successivamente saldati insieme per formare il propulsore. L’accensione era a magnete. La velocità massima era compresa tra i 75 e gli 85 km/h, a seconda dei modelli.

Per soddisfare tutti i tipi di domanda, fu proposta in tre versioni: normale, allungata ed superallungata.

Sempre all’avanguardia della tecnica, la Fiat equipaggiò questo modello di un sistema d’accensione a magnete ad alta tensione.

Fiat 50 HP

Fiat 50 HP
1907 Fiat 50 hp
Una Fiat 50 HP
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Produzione dal 1908 al 1910
Sostituisce la Fiat 35-45 HP
Sostituita da Fiat Tipo 5
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4440  mm
Larghezza 1740 mm
Passo 3240 mm
Massa 1200 kg

La Fiat 50 HP è stata un’autovettura prodotta dalla Fiat dal 1908 al 1910.

Aveva un motore a quattro cilindri di 7430 cc di cilindrata, erogante 50 cv di potenza a 1400 giri/min. Raggiungeva la velocità massima di 90 km/h.

Il cambio era a quattro rapporti. I freni erano sull’albero di trasmissione , mentre il freno di stazionamento era sulle ruote posteriori . L’accensione era a magnete.

Uno degli esemplari di questo modello fu guidato da Guglielmo Marconi; con questa vettura il fisico ebbe un incidente dove perse un occhio.

Fiat 35-45 HP

Fiat 35-45 HP
1908-09 FIAT 35-45 HP
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale Landaulet
Produzione dal 1908 al 1909
Sostituisce la Fiat 60 HP
Sostituita da Fiat Tipo 6
Esemplari prodotti 107
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4510-4610  mm
Larghezza 1750 mm
Altezza 2450 mm
Passo 3300-3500 mm
Massa 1150 kg
Altro
Assemblaggio stabilimento di Corso Dante, Torino

La 35-45 HP è stata un’autovettura di lusso costruita dalla Fiat dal 1908 al 1909. Fu commercializzata per soddisfare la domanda di auto di altissima gamma dai mercati esteri, specialmente dagli Stati Uniti d’America e dall’Australia

La vettura fu studiata prestando la massima attenzione alle finiture di lusso, curate nei minimi dettagli. Fu venduta in due versioni, normale ed allungata.

Aveva installato un motore triblocco con sei cilindri da 7408 cc di cilindrata. All’epoca infatti era in uso, da parte delle Case automobilistiche, preparare il motore diviso in blocchi distinti e successivamente saldati insieme per formare il propulsore. L’accensione era a magnete ed il cambio era a quattro rapporti. La velocità massima era compresa tra gli 80 ed i 90 km/h, a seconda dei modelli.

È stata fabbricata nello stabilimento di Corso Dante in 107 esemplari

Fiat 20-30 HP

Fiat 20-30 HP
1908 Fiat 20-30 HP
Una Fiat 20-30 HP del 1908
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Produzione dal 1908 al 1910
Sostituita da Fiat Tipo 3
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4300  mm
Larghezza 1820 mm
Passo 3090 mm
Massa 990 kg

La Fiat 20-30 HP è stata un’autovettura prodotta dalla Fiat dal 1908 al 1910.

Aveva un motore a quattro cilindri di 4939 cc di cilindrata, erogante 35 cv di potenza a 1400 giri/min. Raggiungeva una velocità massima compresa tra i 70 km/h ed i 75 km/h.

Il cambio era a quattro rapporti. I freni erano sull’albero di trasmissione , mentre il freno di stazionamento era sulle ruote posteriori . L’accensione era a magnete.

Fiat Tipo 1

Fiat 1 Fiacre
1908 Fiat Tipo 1
Fiat Tipo 1 del 1908
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale Landaulet
Produzione dal 1908 al 1910
Sostituisce la Fiat 8 HP
Sostituita da Fiat Zero
Esemplari prodotti 6181
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3730 mm
Larghezza 1500 mm
Altezza 1850 mm
Massa 1870 kg
Altro
Assemblaggio Torino, Italia

La Fiat 1 Fiacre è stata un’autovettura costruita dalla Fiat dal 1908 al 1910.

Storia

Aveva installato un motore di 2009 cm³ erogante una potenza di 16 HP, che permetteva al modello di raggiungere i 70 km/h. Aveva sei posti a sedere. Fu anche conosciuta come “Fiat 12-15 HP”. I 4 cilindri erano per la prima volta in un monoblocco, prendendo spunto dalla casa automobilistica Aquila Italiana. Sempre all’avanguardia della tecnica, la Fiat equipaggiò questo modello di un sistema d’accensione a magnete ad alta tensione.
All’epoca della commercializzazione della “Tipo 1” era in uso dalle Case automobilistiche preparare il motore diviso in blocchi distinti poi successivamente saldati insieme per formare il propulsore, e la “Tipo 1” fu un modello precursore per l’innovazione tecnologica in questione.

La prima versione prodotta fu la “Tipo 1 Fiacre“, poi denominata “Taxi mod. 1T“, che venne costruita in circa 1600 esemplari destinati all’uso specifico di taxi e venduta non solo in Italia ma anche all’estero. Fu usata a New York, Londra, Parigi e molte altre città.

Fiat Tipo 2B

Fiat Tipo 2B
1911 Fiat Tipo 2
Overview
Manufacturer Fiat
Production 1912–1920
22 518 produced
Layout FR layout
Powertrain
Engine straight-4 2815 cc
Chronology
Predecessor Fiat Brevetti
Successor Fiat 505

The Fiat Tipo 2B is a car produced by the Italian manufacturer Fiat between 1912 and 1920.

The Tipo 2B has a 2815 cc four-cylinder side-valve monoblock engine with 80 mm bore, a 140 mm stroke, and a compression ratio of 4.2:1, producing 28 hp at 1800 rpm. The standard tire on this model is an 815X105. The Tipo 2B has a 4-speed gearbox and a factory top speed of 70 km/h (43 mph)/75 km/h (47 mph).

Early Tipo 2B cars had an angular radiator shell, with later production models having a taller pear-shaped radiator shell.

The Tipo 2B from-the-factory chassis, ready for installation of various body styles, weighed 760 kilograms (1,680 lb).

2,332 were produced between 1912 and 1914.

They are also known as the “52B,” from the Fiat model number for the engine installed in the Tipo 2B.

The Tipo 2B was a scaled-up version of the Fiat model Zero.

Fiat Tipo 3

Fiat Tipo 3
1910 Fiat Tipo 3
Una Fiat Tipo 3 del 1910
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale Landaulet
Produzione dal 1910 al 1921
Sostituita da Fiat 510
Esemplari prodotti 4208
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4332 mm
Larghezza 1510 mm
Massa 1550 kg

La Fiat Tipo 3 è stata un’autovettura di classe medio-alta costruita dalla Fiat dal 1910 al 1921. È stata anche conosciuta come “Fiat 20-30 HP”. Fu la prima vettura al mondo ad installare una trasmissione cardanica.

La “Tipo 3” fu un’autovettura di classe medio-superiore, ed oggi si potrebbe definirla una “granturismo”. Fu commercializzata in tre serie, la “Tipo 3”, la “Tipo 3 A” e la “Tipo 3 Ter”:

  • La “Tipo 3”, costruita dal 1910 al 1912, aveva installato un impianto elettrico per i fari anteriori e posteriori e l’illuminazione dell’abitacolo. Montava un motore di 3969 cc di cilindrata erogante una potenza di 32 hp. È stata fabbricata in 1322 esemplari.
  • La “3A” è stata costruita dal 1912 al 1921. Era disponibile solamente con la carrozzeria Torpedo. Fu fabbricata anche una versione a telaio nudo; i clienti poi la facevano carrozzare dai carrozzieri di fiducia. Dal 1915è stata fornita dell’impianto elettrico. L’esemplare montava un motore erogante una potenza di 40 hp che raggiungeva una velocità di 80 km/h con una cilindrata di 4398 cc. L’accensione era a magnete ed aveva un cambio a quattro rapporti[1]. Era lunga 4380 mm ed aveva un passo di 3140 mm. Raggiungeva gli 80 km/h di velocità massima. È stata prodotta in 2167 esemplari.
  • La “3Ter” è stata presentata nel 1912 ed aveva la stessa cilindrata della “3A”. Il cambio era a quattro rapporti.Questa versione venne prodotta con un passo ridotto rispetto alla 3A per soddisfare le richieste del Regio Esercito. Il modello aggiornato era infatti più compatto e leggero, con conseguente miglioramento delle prestazioni. L’esemplare spesso fu destinato ad impieghi militari e fu anche fornita ad eserciti stranieri. Fu fabbricata fino al 1915. Era lunga 4070 mm ed aveva un passo di 2915 mm. Dal 1913 viene lanciata una versione potenziata da 45 cv che raggiungeva la velocità massima di 95 km/h, contro i 90 della serie standard. È stata fabbricata in 718 esemplari.
1912 Fiat Tipo 3Ter
1912 Fiat Tipo 3Ter

Fiat Tipo 4

Fiat Tipo 4
1910 Fiat Tipo 4
Una Fiat Tipo 4 del 1910
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale Landaulet
Produzione dal 1910 al 1918
Sostituita da Fiat 520
Esemplari prodotti 684
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4332 mm
Larghezza 1550 mm
Massa 1600 kg

La Fiat Tipo 4 è stata un’autovettura di lusso costruita dalla Fiat dal 1910 al 1918. È stata anche conosciuta come “Fiat 30-45 HP”.

Era equipaggiata da un motore con quattro cilindri, e 5699 cc di cilindrata, erogante 45 cv di potenza. Aveva un cambio a quattro rapporti più la retromarcia. Raggiungeva i 95 km/h

La “Tipo 4” era una vettura di gran lusso appartenente ad una gamma molto alta. Dal 1915 fu installato un impianto elettrico da 12 V, sperimentale per l’epoca, che alimentava i tre fanali anteriori.

Un esemplare (chiamata “Saetta del Re”) verrà carrozzata adeguatamente per le visite del Re d’Italia, Vittorio Emanuele III, al fronte della prima guerra mondiale. Fu impiegata fino all’inizio della seconda guerra mondiale.

Fiat Tipo 5

Fiat Tipo 5
1916 Fiat Tipo 5
Una Fiat Tipo 5 del 1916
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale Landaulet
Produzione dal 1910 al 1916
Sostituisce la Fiat 50 HP
Sostituita da Fiat 520
Esemplari prodotti 457
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4485 mm
Passo 3250 mm
Massa 1850 kg

La Fiat Tipo 5 è stata un’autovettura di lusso costruita dalla Fiat dal 1910 al 1916. È stata anche conosciuta come “Fiat 50-60 HP”.

Montava un motore da 9017 cc di cilindrata erogante una potenza di 75 cv che faceva raggiungere alla vettura la velocità massima di 100 km/h. L’accensione era a magnete e la trasmissione era a giunto cardanico.

La “Tipo 5” è stata una vettura di gran lusso appartenente ad una alta gamma e sostituì la Fiat 50 HP.

Sarà la prima vettura ad adottare nel 1914 la vetratura curva per il parabrezza ed il lunotto posteriore. A partire dal 1915 l’impianto elettrico a 12 V sarà di serie.

Fiat Tipo 6

Fiat Tipo 6
1912 Fiat Tipo 6 Torpedo
Una Fiat Tipo 6 Torpedo del 1912
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale Torpedo
Produzione dal 1910 al 1914
Sostituisce la Fiat Tipo 5
Sostituita da Fiat 520
Esemplari prodotti 84
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4362 mm
Passo 3150 mm
Massa 1750 kg

La Fiat Tipo 6 è stata un’autovettura di lusso costruita dalla Fiat dal 1910 al 1914. È stata anche conosciuta come “Fiat 50-60 HP”.

Aveva installato un motore da 9017 cc di cilindrata erogante una potenza di 75 CV che le permetteva di raggiungere una velocità massima di 110 km/h. L’accensione era a magnete e la trasmissione era a giunto cardanico.

La “Tipo 6” fu tra le automobili più lussuose dell’epoca e prese il posto della Fiat 50 HP. Sarà rimpiazzata dalla Fiat 520 Superfiat.

Questa vettura sarà principalmente esportata negli Stati Uniti d’America.

1914 Fiat Tipo 6 del 1914
 1914-fiat-tipo-6

Fiat Zero

Fiat Zero
1912 Fiat Zero blue

Fiat Tipo Zero Torpedo 1912
Overview
Manufacturer Fiat
Also called Fiat 12/15 hp
Production 1912–1915
Assembly Turin, Italy
Body and chassis
Class Small family car
Body style Torpedo
Layout FR layout
Powertrain
Engine 1847 cc I4
18 bhp (13 kW)
Dimensions
Length 3,660 mm (144.1 in)
Width 1,450 mm (57.1 in)
Curb weight 900 kg (1,984 lb) –
1,200 kg (2,646 lb)

The Fiat Zero, known also as the Fiat 12/15 hp, was a car produced by FIAT from 1912 to 1915. (The letters ‘hp’ defined its fiscal horse power rather than its bhp.) At launch it sold for 8,000 lire, which later was reduced to 6,900 lire, the equivalent of 23,250 € in 2003. It was equipped with a 1.8-liter, 18 hp (13 kW) engine that achieved about 19.6 miles per gallon and could reach about 50 mph (80 km/h). It was the first Fiat to sell more than 2,000 similarly bodied units and most of these were four seater bodies. In 1915 production came to an end when the factory was converted for war production.

There were also light bodied version produced which claimed various speed records.

Fiat 70

Fiat Tipo 70
1915 Fiat Tipo 70 Sedan
Overview
Manufacturer Fiat
Production 1915-1920
Body and chassis
Body style Sedan
Layout FR layout
Powertrain
Engine straight-4 2001 cc
Transmission 4-speed manual
Dimensions
Wheelbase 2,706 mm (107 in)
Length 3,820 mm (150 in)
Curb weight 1,735 kg (3,825 lb)
Chronology
Predecessor Fiat Zero
Successor Fiat 501

The Fiat 70 was a car produced by Italian car manufacturer Fiat between 1915 and 1920. The 70 used a 2-liter straight-four engine producing 21 hp and capable of a top speed of 70 km/h (43 mph). Around a thousand of this model were produced, with almost all going to the Italian army. The car was quite advanced for its time, featuring a complete electrical system.

The 70 was replaced by the Fiat 501.

Fiat 501

Fiat 501
1919 Fiat 501 in versione torpedo

1919 Fiat 501 in versione torpedo

1923 Fiat 501 Torpedo

1923 Fiat 501 Torpedo

1925 Fiat 501 Torpedo

Fiat 501 1925

Overview
Manufacturer Fiat
Production 1919–1926
Body and chassis
Body style 4-door sedan
2/4-door cabriolet
Layout FR layout
Related Fiat 502
Powertrain
Engine straight-4 1460 cc
Transmission 4-speed manual
Dimensions
Wheelbase 265 cm (104.3 in)
Curb weight 900 kg (1,984 lb)-1,000 kg (2,205 lb)
Chronology
Predecessor Fiat Zero
Successor Fiat 503

The Fiat 501 is a car produced by Fiat between 1919 and 1926. The 501 was Fiat’s first model after World War I. Fiat introduced the S and SS sports versions of the 501 in 1921. Fiat produced 47,600 501’s in total.

Engines

Model Years Engine Displacement Power Fuel system
501 1919-26 straight-4 sidevalve 1460 cc 23 hp single carburetor
501 S 1921-26 straight-4 sidevalve 1460 cc 27 hp single carburetor
501 SS 1921-26 straight-4 sidevalve 1460 cc 30 hp single carburetor

Fiat 505

Fiat 505
1919 Fiat 505 Torpedo

1919 Fiat 505 Torpedo

1924 Fiat 505F Truck

1924 Fiat 505 truck

1921 Fiat 505 Torpedo

Fiat 505 Torpedo 1921
Overview
Manufacturer Fiat
Production 1919-1925
Body and chassis
Body style 4-door sedan,
4-door Torpedo
4-door cabriolet
truck
Layout FR layout
Powertrain
Engine straight-4 2296 cc 30 hp
Transmission 4-speed manual
Dimensions
Wheelbase 305 cm (120.1 in)
Curb weight 1,550 kg (3,417 lb)
Chronology
Predecessor Fiat 2B
Successor Fiat 507

The Fiat 505 is a passenger car produced by Fiat between 1919 and 1925. The 505 was based on the same basic design as the four cylinder Fiat 501, but with a larger engine and bigger exterior dimensions. With a 2296 cc (30 hp) engine, the car could reach a top speed of 80 kilometres per hour (50 mph).

30,000 examples of the Fiat 505 were produced.

Fiat 510

Fiat 510
1919 Fiat 510 Series1

1919 Fiat 510 Series1

1922 Fiat 510 S

Fiat 510S 1922
Overview
Manufacturer Fiat
Production 1920-1925
Body and chassis
Body style 4-door sedan
4-door cabriolet
Layout FR layout
Powertrain
Engine straight-6 3446 cc
Transmission 4-speed manual
Dimensions
Wheelbase 340 cm (133.9 in)
310 cm (122.0 in) (510 S)
Curb weight 1,550 kg (3,420 lb)
Chronology
Predecessor Fiat Tipo 7
Successor Fiat 512

The Fiat 510 is a passenger car produced by Fiat between 1920-1925. It was made similar way than smaller 501 and 505 Fiats. Starting from 1920 was made sport version 510 S with more powerful engine and shorter chassis. The car was produced around 14,000 examples.

Engines

Model Years Engine Displacement Power Fuel system
510 1919-26 straight-6 sidevalve 3446 cc 46 hp single carburetor
510 S 1921-26 straight-6 sidevalve 3446 cc 53 hp single carburetor

Fiat Super Fiat

Fiat Super Fiat
1921 Fiat 520 Superfiat
Fiat Super Fiat torpedo
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale torpedo
Produzione dal 1921 al 1923
Esemplari prodotti 6
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 5235 mm
Larghezza 1730 mm
Passo 3860 mm
Massa 2300 kg
Altro
Assemblaggio Torino, Italia
1921 Fiat 520 Superfiat Dorsay-Torpedo
versione dorsay torpedo

La Super Fiat, anche conosciuta come Fiat “520” Super Fiat o Fiat “519” Super Fiat, è un modello di automobile di gran lusso, prodotta dalla FIAT tra il 1921 ed il 1923 in piccola serie. La vettura segnò l’ingresso della Fiat nel mercato delle automobili di lusso.

Era equipaggiata da un motore V12 di 60° (primo ed ultimo costruito dalla Fiat) di 6805 cm³ di cilindrata erogante 90 hp di potenza che faceva raggiungere alla vettura i 120 km/h. Il propulsore aveva un alesaggio di 85mm ed una corsa di 100 mm, con quattro valvole per cilindro.

Per un periodo degli anni venti fu l’unica automobile del mondo ad essere commercializzata con un propulsore V12.

La vettura era accessoriata con ogni tipo di comfort possibile all’epoca e poteva essere richiesta, con tipologia di colori e tessuti a scelta, in versione “torpedo“, per le pubbliche sfilate, o “dorsay torpedo“, per gli spostamenti al coperto di quattro passeggeri, oltre ai due autisti “esterni”. Era a trazione posteriore ed aveva quattro porte. Montava un cambio a tre velocità. Le sospensioni erano a balestra semiellittica su entrambi gli assi.

La “Super Fiat” rappresenta l’unico esempio di veicolo prodotto dalla FIAT nella tipologia delle automobili di alta rappresentanza, destinata prevalentemente a personaggi famosi o figure istituzionali, nel tentativo di contrastare il dominio di Rolls Royce e Mercedes-Benz.

Con la presentazione di questo modello, La Fiat iniziò a fregiare le auto di serie del nuovo logo a forma circolare, con la scritta rossa su fondo bianco e circondato da corona d’alloro argentata, che era comparso per la prima volta sulla 801, una vettura da competizione del 1919.

Dal punto di vista tecnico, spiccavano i freni sulle quattro ruote simultaneamente comandati da servofreno idraulico e le sospensioni posteriori di tipo cantilever, con ammortizzatori. Il quadro strumenti era modernissimo per l’epoca, essendo dotato di amperometro, manometro, termometro dell’acqua, altimetro, orologio, tachimetro, contachilometri e indicatore di livello della benzina.

Il modello non ebbe fortuna, anche in relazione al ristretto mercato di riferimento. Va registrato il tentativo di orientare le vendite verso i paesi dell’est europeo, con particolare riguardo alla Russia, dove la FIAT propagò una forte campagna pubblicitaria.

Pur contraddistinta da una raffinata tecnica d’avanguardia, la “Super Fiat” fu costruita in soli 6 esemplari. Secondo gli esperti, l’insuccesso di questo modello rappresentò la definitiva rinuncia della FIAT alla costruzione di vetture lussuose, orientando l’azienda torinese verso una produzione di automobili di classe media.

In sostituzione venne prodotto, dal 1927, il modello “520“, con ingombri e dotazioni inferiori e mosso da un motore esacilindrico di 2,2 L.

Fiat 519

Fiat 519
1925 Fiat 519 B Torpedo
Una Fiat 519 B Torpedo del 1925
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Produzione dal 1922 al 1927
Sostituisce la Fiat Tipo 3
Sostituita da Fiat 525
Esemplari prodotti 2411
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4365 mm
Larghezza 1760 mm
Altezza 1900 mm
Passo 3000-3600 mm
Massa 2350 kg
Altro
Assemblaggio Torino, Italia

1922 Fiat 519 Torpedo Sport

Una Fiat 519 Torpedo Sport del 1922

1924 Fiat 519 A Guida interna Sedan

Una Fiat 519 A Guida interna del 1924

1922 Fiat 519 prima serie Coupé-Limousine

Una Fiat 519 prima serie Coupé-Limousine del 1922

La Fiat 519 è stata un’autovettura di lusso prodotta dalla Fiat dal 1922 al 1927. È stata la prima vettura ad essere prodotta negli stabilimenti del Lingotto.

Insieme alla 520 Superfiat, fu l’automobile d’alta gamma della Fiat nel periodo tra le due guerre mondiali. Aveva installato dei freni idraulici (più precisamente un impianto Pierrot) su tutte e quattro le ruote, un’eccezione per l’epoca.

Furono prodotti 2411 esemplari e se ne sono conservati 25. Tra questi, solamente una è la “519” prima serie, e dunque era solo una e la vera e propria “519”. Le altre erano versioni accorciate derivate, e tutte quante montano il classico radiatore della “519”.

Era a trazione posteriore ed a quattro porte. Furono commercializzate diverse versioni, più precisamente berlina, limousine e cabriolet. Il cambio era a quattro rapporti manuale.

Costruita su un telaio completamente nuovo, era contraddistinta da un passo di 3600 mm, una lunghezza di 4365 mm ed una carreggiata di 1471 mm. Il motore era a sei cilindri in linea, ed aveva una cilindrata di 4766cc con valvole in testa e due valvole per cilindro, un alesaggio di 85 mm ed una corsa di 140 mm. Sviluppava una potenza di 77 hp. Le sospensioni erano a balestra semi-ellittica ed era a trazione posteriore . Raggiungeva la velocità massima di 127 km/h. Pesava 2350 kg

Versione prodotte

Furono prodotte cinque versioni differenti, più precisamente la “519”, la “519A”, la “519B”, la “519C” e la “519S 4/5S Tourer”. Avevano tutte quattro portiere e 2+2 posti. Qui sotto sono riassunte le caratteristiche salienti dei vari modelli:

  • 519A: rispetto alla “519” aveva un radiatore più alto ed una pompa del circuito del liquido di raffreddamento più potente. Fu anche modificato il bocchettone dell’olio, ora al centro del piedistallo. Aveva una balestraposteriore anti-rollio, che evitava il montaggio di uno schema convenzionale di sospensioni;
  • 519B: commercializzata dal 1925, rispetto al modello precedente aveva un differente dispositivo frenante montato sull’avantreno (più precisamente un impianto “perrot”). Le sospensioni furono migliorate;
  • 519C (conosciuta anche come “colonial”): per questa versione fu aumentata l’altezza da terra. Non ne se conoscono esistenti, perciò potrebbero non essere state prodotte in alcun esemplare, sebbene fossero in listino;
  • 519S: versione più corta (aveva un passo di 3300 mm) ed una carreggiata rimasta invariata, più precisamente 1475 mm.

Specifiche tecniche

Fiat 509

Fiat 509
1925 Fiat 509 Spider

Fiat 509 Spider 1925
Overview
Manufacturer Fiat
Production 1924–1929
Body and chassis
Body style 2/4-door sedan
2/4-door cabriolet
2-door spyder
Layout FR layout
Powertrain
Engine straight-4 990 cc
Transmission 3-speed manual
Dimensions
Wheelbase 255 cm (100.4 in)
Curb weight 650 kg (1,430 lb)-800 kg (1,800 lb)
Chronology
Predecessor Fiat 501
Successor Fiat 508

The Fiat 509 was a model of car produced by Italian automotive manufacturer Fiat between 1925 and 1929 as a replacement for the 501. Approximately 90,000 of the model were sold. In 1926 the car was upgraded to the 509A. For 1928, the 509 was offered with standard insurance, also.[1]

In addition to as the standard car, there were 509S and 509SM sports models, as well as taxi and commercial versions.

Engines

The Fiat 509 was fitted with a 990 cc overhead cam engine.

Model Years Engine Displacement Power Fuel system
509 1924-29 straight-4 SOHC 990 cc 22 hp single carburetor
509 S 1925-29 straight-4 SOHC 990 cc 27 hp single carburetor
509 SM 1925-29 straight-4 SOHC 990 cc 30 hp single carburetor

Advertisements

Author: Jeroen

In Dutch, my homelanguage: Ik ben Jeroen, tot januari 2015 was ik al dik 26 jaar werkzaam in een psychiatrisch ziekenhuis in een stad vlakbij Werelds grootste havenstad Rotterdam. Eerst als verpleegkundige/begeleider op high care, later op afdeling dubbeldiagnose (verslavingen) en ook nog een tijdje als administratief medewerker. Ik heb een spierziekte "Poli Myositis" (alle spieren zijn ontstoken) daardoor weinig energie. Sinds augustus 2015 is daarbij de diagnose Kanker gesteld, en ben ik helemaal arbeidsongeschikt geworden en zit middenin de behandelfase. Gelukkig ben ik daarnaast getrouwd, vader, en opa, en heb de nodige hobby's. Een daarvan is transportmiddelen verzamelen en daarmee een blog schrijven. Dit blog begon met bussen, maar nu komen ook sleepboten, auto's trucks en dergelijke aan bod. Kijk en geniet met me mee, reageer, en vul gerust aan. Fouten zal ik ook graag verbeteren. In English: I'm Jeroen, till januari 2015 I was already 26 years working as a nurse in a psychiatric hospital, near Rotterdam, Worlds biggest harbour with more than 98 nationalities living within it's borders. First I worked on closed high care ward and the last years on a ward with mainly addicted people. I liked my work very much. In 2007 I got ill. I got the diagnose Poli Myositis, a musscle dissease. Al my mussles are inflamed. And last august I got another diagnose. Cancer. It's plaveicelcel carcinoma and treated with Chemo and radioation. So I've even less energy than the last years. Still I try to make something of my life and the blog is helping with surviving with some pleasure.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s